Ricerca avanzata

#FIMA_1

La storia di FIMA (Fabbrica Italiana Miscelatori Accessori) corre parallela a quella dell'arredo bagno e dell'interior design e si basa su tre precisi valori che ne riassumono la filosofia progettuale: #Green #Quality #Design. L'Azienda - fondata nel 1960 da Carlo Frattini - ha un carattere dinamico, internazionale e assolutamente contemporaneo che trova espressione in soluzioni uniche e innovative all'insegna del design, della qualità e della funzionalità con una particolare attenzione per l'ambiente e l'eco-sostenibilità.

#FIMA_2

Il nuovo stabilimento è stato progettato per una gestione più efficiente delle diverse fasi di lavorazione con macchinari di ultima generazione e con sistemi per minimizzare i consumi. Inoltre il polo produttivo è alimentato a energia solare, generata grazie all'impianto fotovoltaico, ed è dotato di un impianto galvanico a “impatto zero”, in grado di lavorare con Cromo Trivalente che, al contrario del cromo esavalente (a oggi utilizzato nel 90% dei casi), è privo di elementi cancerogeni, non produce rifiuti e riduce notevolmente le percentuali di scarto.







RITIRO E STOCCAGGIO DEI MATERIALI E COMPONENTI GREZZI

Materiali e componenti grezzi arrivano ogni giorno in azienda da fornitori italiani selezionati. L'ottone, proveniente da fornitori certificati sotto forma di barra o panetto, dopo alcuni test per garantirne la qualità, è pronto per essere fuso, stampato o tornito all'interno dello stabilimento. I componenti invece, dopo un attento controllo qualità, vengono catalogati, riposti nelle unità di contenimento FIMA e immagazzinato all'interno dello stabilimento secondo la tipologia. Da questo momento, ogni suo spostamento verrà tracciato fino a diventar parte di un prodotto FIMA Carlo Frattini.

TORNITURA

pezzi stampati e fusi

Nel reparto transfer e pluri-mandrino vengono torniti, forati e filettati tutti i corpi e le componenti fuse o stampate. Tutta la produzione avviene in modo automatizzato con robot di carico a visore ottico e sotto il continuo controllo dei sistemi informatici integrati. Gli scarti di lavorazione vengono raccolti tramite un sistema di aspirazione a fasi che permette un recupero immediato di tutti i trucioli di ottone con utilizzo di energia ridotto rispetto ai sistemi di raccolta a nastro. I trucioli, dopo alcuni trattamenti di lavaggio, vengono quindi raccolti all'interno di appositi silos esterni e sono pronti per essere trasformati nuovamente in barra o panetto nel pieno rispetto dell'ambiente e secondo la filosofia #GREEN dell'azienda.


lucidatura

LUCIDATURA

sistemi di lucidatura metalli

Nel reparto lucidatura, macchine automatiche smerigliano, ravvivano e lucidano ogni singolo pezzo per ottenere una superficie brillante e priva di graffi.
Un efficiente impianto di aspirazione centralizzato garantisce un ambiente pulito e privo di polveri e la raccolta dei più piccoli scarti di ottone permette un riciclo totale senza alcuno spreco. I prodotti di particolare #design vengono invece affidati e trattati manualmente, uno ad uno, da operatori esperti al fine di garantire una qualità, lucentezza e dettagli senza confronto.

cromatura

CROMATURA

sistema automatizzato di bagno galvanico

Il reparto di cromatura è dotato di un impianto galvanico automatizzato a 44 vasche in grado realizzare le inconfondibili finiture cromo, cromo nero, nickel e oro di FIMA Carlo Frattini. L'impianto, realizzato con le tecnologie più innovative, è totalmente #green e ciò grazie all'utilizzo di cromo trivalente, totalmente sicuro per la salute e per l'ambiente, e grazie a scrupolosi programmi e trattamenti ecologici a ciclo chiuso in grado di depurare con speciali resine le acque utilizzate.

01

LAVAGGIO


Il pezzo lucidato viene caricato sui telai in una posizione tale per cui i liquidi escano dal prodotto per non essere trascinati da una vasca all'altra. I telai vengono inseriti nell'impianto attraverso un sistema automatizzato che li gestisce in base alle priorità degli ordini e ne organizza le tempistiche e il passaggio da una vasca all'altra. Prima di essere cromato il pezzo deve essere lavato (chimicamente). Questo avviene attraverso due passaggi di sgrassaggio chimico con ausilio di ultrasuoni e un passaggio con lavaggio idrocinetico ad alta pressione. Nelle prime tre vasche i lavaggi servono per togliere le impurità derivanti dalla lucidatura e dalle paste abrasive. Il lavaggio è fatto con appositi prodotti a base di soda caustica, fosfati, silicati, tensioattivi che saponificano i grassi ed emulsionano gli olii. Al termine del ciclo di lavaggio i prodotti vengono passati in una vasca a sgrassaggio elettrolitico per attivare la superficie dell'ottone.

02

PROCESSO ELETTROLITICO


In una vasca, che costituisce il cosiddetto bagno galvanico, contenente una soluzione acquosa del sale del metallo da depositare, sono immersi due elettrodi: il catodo è costituito dall'oggetto da ricoprire, mentre l'anodo è costituito dal metallo che deve essere depositato, oppure da anodi insolvibili (es. grafite o acciaio). Viene così azionato il processo elettrolitico, che è la elettrodeposizione di un flash di metallo mediante il passaggio di corrente elettrica nel bagno di cromo III.

03

NICHELATURA


Il processo di nichelatura consiste nella deposizione di due strati di nickel, uno opaco e uno lucido che conferiscono al prodotto finito una maggiore resistenza alla corrosione e una maggiore lucentezza. I pezzi stazionano in media 7 minuti nel nichel opaco e 14 minuti nel nichel lucido. Per alcuni pezzi speciali questi tempi possono essere anche aumentati. Questi tempi prolungati garantiscono spessori medi di 18/20 micron conferendo al prodotto carattteristiche qualitative superiori alla media (10/15 micron).

04

CROMATURA


La cromatura è un rivestimento di cromo ottenuto attraverso un procedimento galvanico che conferisce al rubinetto la tipica finitura a specchio e ha lo scopo principale di proteggere il rubinetto dalla corrosione. Fima utilizza il Cromo Trivalente che, al contrario del cromo esavalente (a oggi utilizzato nel 90% dei casi), è privo di elementi cancerogeni e riduce notevolmente le percentuali di scarto. L'adeguato spessore della cromatura (0,5 micron) garantisce maggiore resistenza e durata nel tempo.

05

ASCIUGATURA


"Dopo un corretto processo di Nichelatura, Cromatura o Doratura, il materiale viene asciugato mediante immersione del telaio in un forno ad aria calda. L'ascugatura viene fatta al fine di eliminare ogni possibile residuo che potrebbe creare macchie sulla superficie del prodotto. Una volta che il telaio è asciutto il carro ponte lo sposta all'esterno dell'impianto in modo che venga scaricato dal personale Fima."

assemblaggio

ASSEMBLAGGIO

montaggio automatizzato

Il reparto assemblaggio è suddiviso in 12 differenti isole. Le isole automatizzate sono dedicate alla produzione di grandi lotti. Qui ogni prodotto viene assemblato e testato con un sistema ad aria pressurizzata che permette di rilevare anche lo più piccole imperfezioni e micro perdite che potrebbero evolversi in difettosità del prodotto durante il normale utilizzo. Ogni isola è dotata di un suo specifico magazzino che la rende totalmente auto-sufficiente e che viene approvvigionato giornalmente sulla base delle commesse d'ordine e secondo logiche finalizzate all'ottimizzazione delle movimentazioni di materiale.






assemblaggio

CONFEZIONAMENTO

montaggi manuali

Il reparto confezionamento si compone di 6 differenti isole per un totale di 12 tavoli di confezionamento manuale. Qui i prodotti provenienti dalle isole di assemblaggio vengono puliti, sottoposti a un controllo finale delle finiture e quindi confezionati con un apposito codice a barre che permette la rintracciabilità del lotto di produzione. Gli imballi di cartone utilizzati seguono anch'essi la filosofia #GREEN dell'azienda e sono realizzati con materiali al 100 % riciclati che sono a loro volta riciclabili in un'ottica minimizzazione degli sprechi e di riutilizzo delle risorse ambientali. L'apposizione del sigillo di garanzia su ogni confezione garantisce la provenienza 100 % made in Italy.





CENTRO RICERCA E SVILUPPO

Il Centro Ricerca e Sviluppo dell'azienda è il luogo dove le idee provenienti da designer o dalle richieste della reta vendita e del mercato prendono vita. Un team di progettisti esperti elabora ogni giorno soluzioni innovative avvalendosi di strumentazioni d'avanguardia. Ogni prodotto elaborato, prima di essere messo in produzione viene realizzato in prototipazione 3D meccanica, testato ad acqua su appositi banchi di simulazione per comprenderne le criticità di funzionamento e quindi rielaborato. Solo una volta superati i severi #QUALITY test, viene messo in produzione e distribuito presso i rivenditori FIMA Carlo Frattini.